Psicologia dello sport

Lo psicologo dello sport è un esperto di interventi rivolti ad atleti e finalizzati al miglioramento della prestazione agonistica.

Tale pratica molte volte identificata come mental training ovvero allenamento mentale non coincide con il lavoro clinico finalizzato alla cura della patologia. Al contrario, L’allenamento mentale consiste nel miglioramento delle abilità mentali sane, che influiscono sulla qualità della prestazione agonistica come ad esempio le capacità di attenzione e concentrazione, le capacità di sostenere la propria autostima nei momenti di difficoltà attraverso la creazione di un dialogo interno positivo, la capacità di gestire le proprie emozioni come l’ansia in situazioni di stress, la capacità di gestire le proprie energie fisiche e mentalei e sintonizzarsi con l’ambiente e con gli avversari.

Questa pratica è in genere rivolta al singolo atleta, ma c’è un ambito di intervento dello psicologo dello sport che riguarda il lavoro di squadra. La psicologia dello sport è infatti una branca della psicologia che si occupa specificamente delle prestazioni del singolo e del gruppo sportivo.

Che ruolo svolge lo psicologo all’interno di una squadra sportiva?

Lo psicologo dello sport all’interno di una squadra sportiva, di calcio o di basket o di pallavolo solo per citare gli sport più comuni, svolge il proprio intervento in vari modi. In tutti i casi il suo intervento è finalizzato al miglioramento delle prestazioni agonistiche degli atleti e del gruppo sportivo.

A chi si rivolge lo psicologo dello sport?

Una prima consulenza viene rivolta all’allenatore. In genere gli allenatori si avvalgono dell’aiuto professionale dello psicologo per una serie di motivi:

  1. Il primo ambito di intervento è la diagnosi testologia.  Questo procedimento permette all’allenatore di conoscere dettagliatamente le caratteristiche psicologiche dei singoli atleti.

In questa fase della consulenza, lo psicologo dello sport somministra dei test ad ogni singolo giocatore in modo da individuare in breve tempo le condizioni psicofisiche di ogni giocatore. Questa fase è molto importante poiché permette all’allenatore di avere un quadro generale delle condizioni mentali dei propri giocatori. Attraverso i test è possibile capire ad esempio  sia nella fase iniziale della preparazione sia nelle fasi avanzate e più delicate della stagione. Questa funzione permette all’allenatore di avere sempre a disposizione la conoscenza approfondita delle risorse che ha a disposizione dal punto di vista mentale sia di ogni singolo che del gruppo intero.

Le relazioni periodiche fornite dallo psicologo sono infatti uno strumento indispensabile per l’allenatore durante le varie fasi della stagione.

  1. Un altro ambito di intervento dello psicologo dello sport è quello di fornire supporto diretto all’allenatore nellagestione delle dinamiche del gruppo sportivo. Accade spesso all’allenatore di dovere gestire dinamiche conflittuali con i vari componenti del gruppo sportivo. Infatti al di la delle capacità tecniche e tattiche l’allenatore deve essere in grado di compiere una funzione importante che è quella di gestire lo spogliatoio. In genere è un compito che gli allenatori svolgono da soli, ma la presenza dello psicologo può essere un aiuto determinante nella mediazione dei conflitti. Attraverso i colloqui individuali con i singoli giocatori e con l’allenatore stesso, lo psicologo prepara la squadra a degli incontri di gruppo in cui vengono discusse le questioni pertinenti agli aspetti emotivi della squadra.  Anche questo aspetto è fondamentale per l’allenatore poiché gli permette di organizzare il proprio lavoro senza sprechi di tempo e di fatica rispetto all’impegno che richiedono la preparazione tecnica e tattica.
     
  2. Altro ambito di intervento della consulenza psicologica in ambito sportiva, riguarda il supporto diretto ai giocatori che attraversano momenti di difficoltà dovuti a momenti di crisi durante la stagione o ad esempio dovuti al rientro dopo infortunio. Una parte di Mental Training individuale facilità sia il giocatore nel recupero delle proprie abilità psicofisiche sia l’allenatore nel reintegro del singolo atleta all’interno del gruppo.
     
  3. Ultimo ambito di intervento è quello della consulenza rivolta all’allenatore, che durante la stagione, a causa dell’intensa attività agonistica e del carico di lavoro che i trova a svolgere, incorre spesso in momenti di stress acuto che rendono difficoltoso il lavoro di gestione generale del proprio lavoro. In questo caso la presenza di un professionista esterno allo staff tecnico permette al coach di avere lo spazio mentale necessario per ridefinire i propri obbiettivi, individuare le proprie risorse e ripianificare il proprio lavoro. 

Come vediamo dunque gli ambiti di intervento dello psicologo dello sport sono differenti e tutti rivolti al miglioramento delle prestazioni del team. Sia che si agisca sull’allenatore sia che si agisca sul singolo atleta o sull’intero gruppo di atleti la competenza specifica dello psicologo è quella di migliorare gli aspetti mentali e relazionali degli atleti in vista delle competizioni sportive.

Copyright © 2018 www.giulianaattanasio.com. Tutti i diritti riservati.

Thursday the 19th. 888 poker bonus code